Il restauro del borgo

Il restauro del borgo

Il restauro del borgo

Tertulia ha sede al podere il Monte, un borgo colonico del 1700 che abbiamo rilevato nel 2005. Il borgo è composto dalla casa Colonica, la casa Padronale, due annessi agricoli (Fienile e Porcilaia) e dalla Chiesina.

Cosa abbiamo già fatto

Abbiamo iniziato i lavori di restauro nel 2006 con i lavori del tetto della colonica e della caldaia e nel 2009 erano completate una parte della casa Colonica (di cui comunque è stato rifatto completamente il tetto), l’impianto di fitodepurazione per il trattamento delle acque di scarico, l’impianto di riscaldamento a legna centralizzato, il pozzo per l’approvvigionamento idrico (quello esistente non copriva il fabbisogno poichè si asciugava puntualmente al 30 di giugno…).

Successivamente nel 2012 abbiamo iniziato il restauro degli spazi per l’agriturismo, ovvero la casa Padronale (con particolare attenzione agli affreschi stile liberty della scuola di Galileo Chini) e parte della casa Colonica che si è concluso nel 2014. Abbiamo inoltre sistemato la parte di resede all’esterno delle camere dell’agriturismo con pavimentazioni e pergole.

Cosa c’è ancora da fare

Rimangono ancora da fare diversi lavori: nella parte di casa Colonica ancora da ristrutturare prevediamo di realizzare altre due unità abitative per famiglie residenti a Tertulia, il Fienile (destinazione ancora da definire) e la Porcilaia (già progettato l’intervento per una casa di legno e paglia) sono completamente da ristrutturare e la Chiesina richiederà un attento restauro. Anche i lavori per la sistemazione degli spazi esterni sono in corso di realizzazione.

Il restauro in autocostruzione e bioedilizia

A Tertulia cerchiamo finchè possibile di eseguire i lavori in autocostruzione, per riappropriarci delle tecniche di base e dell’uso delle nostre mani: non è solo un risparmio economico ma un sapore completamente diverso nel costruire la propria casa, i propri spazi, condividendo con altri l’esperienza e con un’attenzione ai particolari ed alla qualità dl lavoro che solo l’impegno in prima persona può garantire.

Abbiamo inoltre utilizzato laddove possibile materiali naturali e tecniche di bioedilizia, ad esempio nella coibentazione del tetto e nella ristrutturazione dell’abitazione che abbiamo chiamato “La Quercia” dove abbiamo realizzato un impianto di riscaldamento a basso consumo che garantisce una ottima qualità della vita.

Energie rinnovabili

Il riscaldamento e la produzione di acqua sanitaria sono forniti da una caldaia a legna ad alta efficienza a gassificazione e fiamma rovesciata: la caldaia è dotata di un dispositivo per verificare costantemente la percentuale di ossigeno residuo presente nei gas combusti e regola la quantità di aria necessaria per la combustione in modo da sfruttare nel modo migliore la legna, in funzione del tipo di legno e del suo grado di umidità. In questo modo è garantita una combustione pulita con un elevato rendimento e basse emissioni.

Nel 2014 abbiamo inoltre installato un impianto fotovoltaico da 5kw per coprire il fabbisogno di elettricità, nei momenti di luce…