I Corsi

Tertulia è anche una associazione, dal 2013 è impegnata ad organizzare corsi di progettazione in Permacultura residenziali in collaborazione con docenti diplomati all’Accademia Italiana di Permacultura e ad offrire occasioni di formazione e di incontro. I temi che affrontano i corsi a Tertulia sono principalmente quelli legati alla cura della terra e alla cura della persona, esplorando le connessioni e le relazioni tra questi due fondamentali valori.

In particolare siamo impegnati come partner e fondatori di Deafal Toscana nella pratica e nella diffusione delle conoscenze dell’agricoltura organica rigenerativa e ospitiamo dal 2016 moduli del percorso di formazione permanente di Agricoltura Organica Rigenerativa in Toscana

Ad oggi i corsi non sono ancora stati confermati o sono rinviati per le note vicende del virus. Appena avremo delle novità le segnaleremo!

PDC 2012

Permacultura e mindfulness

Dal 25 agosto a 6 settembre si terrà il corso di progettazione in permacultura affiancato dal percorso Gaia di Mindfulness! Info e programmi alla pagina del corso.

DSC_0695

Percorso AOR 2019/20

Alcuni moduli sono stati rinviati, abbiamo alcune novità, vai alla pagina del percorso!

copertina pdc transizione 2020 - lor

PDC VIT 2020

Corso di permacultura e transizione organizzato in collaborazione con l'Accademia di Permacultura e Valdisieve in Transizione

TESTIMONIANZE DEI PARTECIPANTI AI NOSTRI CORSI

Grazie per il coraggio che ci avete trasmesso!

Si dice che quando si scorda qualcosa in un posto é perché sotto sotto si vuole ritornare…

Direi un’esperienza ricca, da tanti punti di vista! Un’esperienza che dal confronto con la forza della meravigliosa natura che c’è a Tertulia, con le storie e le persone che lì si possono incontrare, con le capacità e le competenze che con generosità e passione sono condivise e messe in gioco, fa mettere in discussione, fa crescere, fa aprire il cuore a valori e sogni più “alti”!

ci è stato insegnato (e sono pienamente d’accordo) che la permacultura è un utopia, che è qualcosa di gaio,di divertente…che è fare una piccola rivoluzione…se mi immagino a Tertulia mi vien da sorridere,mi metto a sognare,mi sento rivoluzionario…

Si sta proprio bene a Tertulia, anche se tutti super indaffarati e concentrati, voi per i preparativi e l’accoglienza e noi con il corso.
In primavera il ciliegio tutto in fiore nell’area parcheggio è un preludio ed emblema della bellezza del vostro percorso e delle vostre scelte. Sono felice di portare la mia energia fin la su ma la mia preoccupazione è semmai quella di riuscire ad entrare in sintonia ed in armonia con la vostra vibrazione. Accogliere chi arriva dal frenetico mondo non è cosa semplice, carichi di aspettative e pieni di desideri.
Credo possiate rilassarvi e godervi i frutti di tanto impegno. Vi chiederei cosa possiamo fare noi per compensare un così bell’esempio.
Potreste non farvi troppi problemi e chiedere maggiore impegno a chi arriva. Portare materiale necessario, competenze e conoscenze.
Mi piace la vostra formula. Per il momento mi godo il mio spazio interiore arricchito dal panorama, dai colori e dall’apertura nel condividere i vostri spazi e la vostra vita.Grazie e a presto

…dopo tre volte che sono vostro ospite posso dire con una certa sicurezza che state facendo davvero un ottimo lavoro. L’accoglienza è da favola,e i vostri sorrisi sono il più bel modo per mettere a proprio agio chi viene a trovarvi.
Tertulia è un luogo dove l’accoglienza è generosa come la natura che la circonda, ed essere suoi ospiti è sempre un grandissimo piacere.

A tutti i “Tertugliesi”, presenti e futuri a due o più zampe, l’augurio che il loro messaggio sia recepito da molti “Tertugliandi”! Grazie per ogni momento passato insieme. “Buon vento”!

Grazie per il coraggio che ci avete trasmesso.

Grazie per aver condiviso le vostre emozioni! E grazie perché siete la dimostrazione che i sogni, se vuoi, si avverano!!!

Speranza e gioia, amicizia e gratitudine. Sono stati giorni intensi. Che la strada sia per voi soave come le colline toscane!

Una notte fresca sulla pelle, pulita e brillante di lucciole e stelle, come da tempo non vedevo.

Ho la consapevolezza che l’idea del singolo merita rispetto, ma che le idee di un gruppo possono strabiliare e cambiare dapprima una piccolissima parte di mondo, poi una grandissima

non si può non porci interrogativi su quello che facciamo, come lo facciamo, o come costringiamo gli altri a farlo per noi

Ci è stato insegnato (e sono pienamente d’accordo) che la permacultura è un utopia, che è qualcosa di gaio,di divertente…che è fare una piccola rivoluzione…se mi immagino a Tertulia mi vien da sorridere,mi metto a sognare,mi sento rivoluzionario….

Tertulia è un bel posto,ricco di energie positive. Tertulia è un posto voluto, amato.

Fare lì un corso sulla permacultura è cosa naturale,è mettere in pratica. E’ come fare un corso di cucina nelle cucine del ristorante più buono, dello chef più bravo…!!

Ecco dopo il corso ho trovato le parole poche,semplici,esatte per dire mille cose che avevo dentro! il corso è stato come leggere un libro di Italo Calvino…o ascoltare una canzone di De Andrè…

Direi un’esperienza ricca, da tanti punti di vista! Un’esperienza che dal confronto con la forza della meravigliosa natura che c’è a Tertulia, con le storie e le persone che lì si possono incontrare, con le capacità e le competenze che con generosità e passione sono condivise e messe in gioco, fa mettere in discussione, fa crescere, fa aprire il cuore a valori e sogni più “alti”!

Se mi immagino ancora a Tertulia il primo pensiero va alla serenità che a Tertulia si respira e si percepisce. L’autenticità che permea una vita a contatto con la natura, fatta di fatica sana, di valori alti, di desiderio di condivisione..di libertà molto più vera, mi pare, di quella “contrabbandata” altrove!

E’ cambiata sicuramente la mia consapevolezza su tante cose.. in particolare sul fatto che vivere in modo diverso, più consapevole, più sano, più autentico, più libero.. è possibile ed è estremamente più bello ed arricchente! E’ cresciuta la mia convinzione che da soli non si va proprio da nessuna parte e che nella condivisione e nella capacità di fare rete c’è la chiave per una vita decisamente più felice e vera!

Ho capito che quello che diceva Fabio (Pinzi) e’ vero, siamo stati un bel gruppo! Perché quello che sembra naturale e cioè lo stare bene insieme, il rispetto l’uno dell’altro non e’ scontato davvero.

Grazie a tutti per questo inizio di avventura, è stato veramente intenso. Me ne rendo conto ancora di più ora, riatterrato nella quotidianità alpina.. 🙂

In questi giorni mi sorprendo a osservare le cose che mi circondano qui (nella vita “normale”) con occhi diversi, e sono sicura che è così anche per voi 🙂 quindi… buona bella osservazione!!

La ricerca della realtá che vorremmo accompagnasse la nostra vita, esterna ma soprattutto interna. Quella realtá offuscata o negata. Cerchiamo qualcosa di genuino, che abbia valore, che abbia un senso, sotto tutte le macerie dei condizionamenti che ci hanno storpiato la visione della vita. Continuiamo a scavare e facendo pulizia del superfluo siamo giá sul cammino del nostro cambiamento.

Abbiamo trascorso un bel periodo assieme. Ho gia’ introdotto il feedback misto al 5 + 5 nella mia vita quotidiana, sto’ rompendo le scatole, mette a disagio rompendo gli schemi, grandioso.

Si dice che quando si scorda qualcosa in un posto é perché sotto sotto si vuole ritornare..