La tua sicurezza in tempi incerti

Abbiamo bisogno di fiducia

Tertulia è un luogo di incontro, con la natura e con le persone, è un luogo di scambio, di idee e di esperienze, è un luogo di studio e di crescita personale, di riflessione su noi stessi e sul mondo che ci circonda.
Quando abbiamo iniziato ad aprire spazi di ospitalità a Tertulia, quando abbiamo avviato il percorso di ristrutturazione del borgo e di attivazione delle stanze, della cucina conviviale, degli spazi comuni, dei giardini avevamo in mente tutto questo. Pensavamo di ospitare persone con provenienze e culture diverse, accomunate dalla voglia di confrontarsi con gli altri e di riconciliarsi con la natura.

I nostri spazi sono pensati per essere interpretati da ognuno con la propria sensibilità, in condivisione e nel rispetto delle altre persone che le vivono. La cucina conviviale ne rappresenta al massimo la filosofia.

Noi ci mettiamo i prodotti della campagna, le verdure fresche, le uova delle nostre galline, il miele delle nostre api, ma anche i nostri trasformati, dal pane alle marmellate, dalle salse ai prodotti della nostra rete di produttori di cui ci fidiamo.

Voi ci mettete la vostra creatività in cucina, preparate per voi, e se volete anche per gli altri, usando gli spazi comuni con attenzione verso le vostre esigenze e quelle di tutti.

Non crediamo sia necessario spiegarvi che tutto questo quest’anno non sarà possibile, o almeno dovrà essere un po’ rivisto. Sebbene siamo in un luogo isolato ed i nostri contatti fuori da Tertulia siano limitati, non siamo immuni al virus, e non lo siete nemmeno voi che state programmando di venirci a trovare. Quest’anno è un anno stra-ordinario, in cui niente potrà essere come è sempre stato.

Fare ospitalità in queste condizioni non è semplice. I protocolli per garantire la sicurezza (vostra e nostra) sono rigorosi, la nostra volontà di farvi sentire protetti è assoluta. E non possiamo farci sconti.

È evidente che garantiremo tutte le norme di igiene e di sanificazione previste, ma a noi non basta. Abbiamo bisogno di fiducia reciproca, abbiamo bisogno di garantirci e di garantirvi che tutto sarà nella massima sicurezza. Abbiamo quindi deciso per quest’anno di evolvere il modello di convivialità che sta alla base di Tertulia.

Nell’estate Tertulia è stata un rifugio per gruppi che cercano uno spazio per riconciliarsi con la natura, disponibile solo per gruppi precostituiti, affiatati, che si fidano gli uni con gli altri e che non avranno problemi a condividere gli spazi.

Dall’autunno, arricchiti anche dall’esperienza fatta in questi mesi, abbiamo pensato di riproporre in forma ‘controllata’ Tertulia come luogo di incontro e di condivisione di esperienze anche con piccolissimi gruppi di persone che non si conoscono.

Sono sei camere, sei bagni, una cucina conviviale, una sala da pranzo, una sala smartworking, una sala giochi e incontri, e tutto lo spazio del mondo all’aperto.

Potrai venirci a trovare per un soggiorno di ‘smartworking rurale’ a contatto con la natura, per una delle esperienze che ti proponiamo o semplicemente per trascorrere qualche tempo in un luogo incantato a contatto con i boschi.

Ma Tertulia è anche l’ideale per gruppi dalle 10 alle 15 persone, due o tre famiglie, oppure gruppi di amici (cinque o sei coppie).

Noi continueremo a fornirvi tutti i giorni la verdura e i prodotti della nostra terra, a prepararvi il pane fresco, a garantirvi un ambiente sicuro quando arrivate, a mantenere tutto in ordine durante il vostro soggiorno.

A tutto il resto ci pensate voi. Godetevi Tertulia.